Il giardino medievale è esattamente questo: disciplina e regola, le sue forme sono sempre nette, squadrate. Ma ha qualcosa che lo distingue da tutte le altre arti delle epoche precedenti e successive: il giardino medievale è un ambiente chiuso, riservato, e protetto. L’esterno, ciò che può esserci fuori dalle mura di un castello, di un monastero è ostile, pericoloso, insicuro.
Il giardino diventa quindi rifugio e riparo; a volte sarà un orto da lavorare per i frutti che darà e in periodi bui possono tracciare la linea che separa la morte dalla sopravvivenza, a volte sarà campionario di erbe medicinali e aromatiche, a volte sarà uno spazio ombroso o ventilato per conversare o ascoltare musici e per dilettarsi.

Il giardino del medioevo fra sacro e profano
Tag:                 

2 pensieri su “Il giardino del medioevo fra sacro e profano

  • 29 luglio 2018 alle 11:45
    Permalink

    I love your blog.. very nice colors & theme. Did you create this website yourself or did
    you hre someone to do it for you? Plz answer back as I’m looking to construct my own blog and would like
    to find out where u got this from. thanks a lot

    Rispondi
    • 30 luglio 2018 alle 12:49
      Permalink

      hello, we are happy that you like our website.
      We created it using the “wordpress” platform.
      For more information visit “wordpress.org”

      Rispondi

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: